Goji, le bacche della longevità, per il nuovo speciale mélange ArtedelRicevere: B Young!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Di nomi ne ha avuti tanti: l’elisir della giovinezza, il frutto della longevità, il diamante rosso… Oggi il Lycium Barbarum, piccolo frutto rosso che cresce nelle valli dell’Himalaya, è meglio conosciuto come la bacca di Goji. È una pianta tanto sorprendente per le sue proprietà terapeutiche quanto incantevole per le leggende e storie che la circondano. Questa primavera, abbiamo scelto le benefiche bacche di Goji come ingrediente per impreziosire il nostro nuovo delizioso mélange bianco: B Young! Goji Tea by ArtedelRicevere. Da oggi in vendita sul negozio online e in Boutique Milano.

Bacche di Goji - ArtedelRicevere - Vendita tè pregiati a Milano e online
Foto: ArtedelRicevere, marchio italiano di tè pregiati – Milano e online

B Young! Goji Tea by ArtedelRicevere

B Young! Goji Tea by ArtedelRicevere - Milano e online

Prezioso dono della natura, questa miscela unisce la raffinatezza del tè bianco e verde cinese alle bacche di Goji. Tali bacche sono chiamate “il frutto della longevità” grazie al loro potere antiossidante e anti-age, da secoli conosciuto dalle popolazioni del Tibet e dell’Himalya. Arricchito con mirtilli rossi, ananas, papaya e kiwi, sarà un delizioso e benefico compagno per le giornate al lavoro o per i momenti di svago. Contiene teina.

Acquista online

I benefici del Goji Tea: antiossidante e anti-age

L’abbinamento tè e Goji ci regala una bevanda, oltre che rinfrescante e buona, sana e ricca di virtù. Il tè è una fonte preziosa di sostanze nutritive (tra cui le vitamine A, B1, B2 e D), capaci di avere sul nostro corpo un’ottima azione anti-age. I tè bianchi e verdi inoltre sono ricchi di epigallocatechina gallato (o EGCG), un antiossidante che aiuta a proteggere la cute dai danni prodotti dalle radiazioni UV. Le eccellenti proprietà benefiche del tè sono state confermate anche dal notissimo test ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity, cioè capacità di assorbimento dei radicali dell’ossigeno). Il Matcha, noto per il suo potere antiossidante, ha ottenuto un valore di 1573 unità.

Il tè è considerato  la “medicina naturale” per eccellenza, tanto che importanti nutrizionisti affermano che:

Bere tè è addirittura meglio che bere semplicemente acqua: l’acqua è essenziale per mantenere l’idratazione, ma il tè contiene in più gli antiossidanti, perciò ha due elementi a suo favore!

Tratto da: Perché bere tè è più salubre che bere acqua.

Anche il Goji gode di importanti proprietà anti-invecchiamento. Le bacche contengono 21 minerali; beta-carotene; almeno 6 vitamine tra cui la E, la C e quelle del gruppo B; 18 aminoacidi; sali minerali tra cui il ferro, lo zinco, il calcio e il germanio, molto raro in natura; una dozzina di sostanze fitochimiche, tra cui i fenoli.

Si ritiene che il consumo costante delle bacche di Goji contribuisca a rafforzare il sistema immunitario, migliorare la vista, prevenire la degenerazione cellulare, stimolare il metabolismo e bruciare i grassi più velocemente, migliorare il sonno, ridurre il senso di fatica e aumentare il benessere psicologico.

Valore ORAC (umole/g) degli alimenti di antiossidanti 

Ecco qui di seguito i risultati del valore ORAC di alcuni alimenti noti per i loro benefici sulla nostra salute:

Matcha: 1573
Bacca di Goji: 253
Cioccolato fondente: 227
Melagrana: 105
Mirtilli selvatici: 93
Bacche di acai: 60
Broccoli: 31

Tratto da: Lipophilic and Hydrophilic Antioxidant Capacities of Common Foods in the United States, Journal of Agricultural Food Chemistry 2004, 52, 4026-4037; ORAC Analysis on Matcha Green Tea: Brunswick Laboratories.

La piccola bacca rossa nelle leggende cinesi

Tra le molte storie che raccontano del Goji, si narra di un mercante che, durante un viaggio, vide una giovane donna picchiare con la frusta un anziano signore. Stupito, le chiese perché stava maltrattando il vecchio. La donna gli rispose: “Sto educando mio pronipote”. Si scoprì così che la “giovane” di anni ne aveva… 300! Alla domanda quale fosse il segreto del suo elisir di giovinezza, raccontò di una pianta speciale:

In primavera, si prendono le sue foglie, chiamate “l’essenza del cielo”. In estate, si usano i suoi fiori, ovvero “lalongevità”. In autunno, si raccolgono i suoi frutti, detti “le bacche gouqi”. In inverno, si consuma la cortecciadella radice che chiamiamo “la pelle e le ossa della terra”. Se mangi queste quattro parti nelle quattro stagioni, vedrai: avrai una vita splendida. 

Tratto da “Seventy Five Remarkable Fruits for Your Garden” di Jack Staub. Traduzione in italiano: Jurgita Po.Alessi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *